NONNA RACCONTAMI UNA FAVOLA

NONNA RACCONTAMI UNA FAVOLA
C'ERA UNA VOLTA

lunedì 16 marzo 2015

IL VIAGGIO DI Dèsirèe: 4° notte: io, Cenerentola


4° notte: io, Cenerentola

-Questa è una notte magica perché a
Dèsirèe piacciono tantissimo le storie di 
Principesse. 
Lei entra nel sogno come protagonista, è lei    Cenerentola.         
Soffre per le ingiustizie subite da parte di
quelle cattive delle sorellastre e della
matrigna, e nel letto gira e si rigira,
smania nel sonno. Sogna la fatina buona
che, con la sua bacchetta magica,
trasforma la zucca in una bella carrozza
e i topolini in cavalli bianchi, e lei, con un
magnifico abito, si reca al ballo del



Principe, al palazzo reale. Dèsirèe balla
tra la gente che la guarda con
ammirazione. A mezzanotte in punto
Cenerentola deve tornare a casa, lascia il
palazzo di corsa, e mentre corre perde una
delle scarpine, ma pensa: “ non fa niente,
me la riporterà il Principe!” certo, perché
lei sa come va a finire la fiaba. Mentre si trova a casa a pulire, sente bussare alla porta. E’ il Principe che è venuto con la scarpina per vedere se trova quella
fanciulla che l’ha persa. Le due sorelle cercano in ogni modo d’infilare il piede in
quella scarpina troppo piccola. 
Ora è la volta di Cenerentola, il Principe le fa indossare la scarpa, al suo piede è
perfetta. E’ lei la ragazza del ballo, il
Principe si è innamorato di lei e le chiede di
sposarla.
Dèsirèe ama molto i racconti di
Principesse, ma non vuole pensare a
sposarsi, è troppo piccola per queste
cose. Così, con questo pensiero, si
sveglia e rimane li nel letto a pensare,
stringendo tra le braccia il suo
orsacchiotto. Quando la mamma arriva
per svegliarla lei fa finta di dormire, si
 stiracchia un po’ e poi chiede alla
mamma: “ mamma come si fa a
diventare Principessa?” la mamma
sorride e poi risponde:
“ tu sei già la mia Principessa”.
Dèsirèe, soddisfatta di quella risposta, con un sospiro


di sollievo, abbraccia forte la mamma e la bacia.